Rilascio dell'Autorizzazione-Attestazione di Compatibilità Tecnica (ACT)
(art. n. 27 D.Lgs. n. 285/1992 e s.m.i. e art. n. 165 D.Lgs. n. 163/2006 e s.m.i.)
 
TRATTE: A (A36), Tangenziale di Como (A59), Tangenziale di Varese (A60), B1 (e Opera Connessa)
 
FASCE DI RISPETTO STRADALI:
Fascia di rispetto: striscia di terreno, esterna al confine stradale, sulla quale esistono vincoli alla realizzazione, da parte dei proprietari del terreno, di costruzioni, recinzioni, piantagioni, depositi e simili (Codice della Strada, Art. 3 D.Lgs 285/1992 e s.m.i.).
 
Le fasce di rispetto stradale, normate dal Codice della Strada (D. Lgs 285/1992 e s.m.i.) e dal suo Regolamento attuativo (D. Lgs 285/1992 e s.m.i.), hanno lo scopo di prevenire l'esistenza di ostacoli materiali emergenti dal suolo e suscettibilità di costituire, per la prossimità alla sede stradale, pregiudizio alla sicurezza del traffico e alla incolumità delle persone, e di assicurare una fascia di rispetto utilizzabile, all'occorrenza, dal concessionario per l'esecuzione dei lavori, per l'impianto dei cantieri, per il deposito dei materiali, per la realizzazione di opere accessorie, senza limitazioni connesse alla presenza di costruzioni.
LE DIMENSIONI DELLE FASCE DI RISPETTO AUTOSTRADALI SONO INDEROGABILIcosì come ribadito dalla circolare ANAS n. 109707/2010 del 29/07/2010.
 
DIMENSIONI DELLE FASCE DI RISPETTO AUTOSTRADALI:
Le distanze dal confine stradale, da rispettare nelle costruzioni, nelle ricostruzioni conseguenti alle demolizioni integrali o negli ampiamenti fronteggianti le strade, sono pari a:
 
60,00 m Fuori dai centri abitati.
30,00 m
(fasce ridotte)
Fuori dai centri abitati, ma all’interno delle zone previste come edificabili o trasformabili dallo strumento urbanistico generale, nel caso che detto strumento sia suscettibile di attuazione diretta, ovvero se per tali zone siano già esecutivi gli strumenti urbanistici attuativi.
30,00 m All’interno dei centri abitati.
5,00 m Fuori dai centri abitati, limitatamente alla costruzione o ricostruzione di muri di cinta, di qualsiasi natura e consistenza, lateralmente alle strade.
 
 
 
 
 
 
 
 
E' compito dell'Amministrazione Comunale, poiché le fasce di rispetto costituiscono vincolo di tipo urbanistico, non rilasciare autorizzazioni a costruire relativamente ad interventi all'interno delle fasce medesime (Art. 27 D.Lgs. n. 285/1992 e s.m.i.).
 
SCARICA LA PLANIMETRIA (scala 1:10.000):
TRATTA A (A36)-asse principale
(Cassano Magnago, Cislago, Fagnano Olona, Fenegrò, Gorla Maggiore, Gorla Minore, Limido Comasco, Mozzate, Solbiate Olona, Turate)
 
PDF (parte 1)
Cassano Magnago, Fagnano Olona, Solbiate Olona
PDF (parte 2) Fagnano Olona, Gorla Maggiore, Gorla Minore, Solbiate Olona
PDF (parte 3) Cislago, Mozzate
PDF (parte 4) Cislago, Fenegrò, Limido Comasco, Mozzate, Turate
 
TANGENZIALE DI COMO (A59)-asse principale
(Casnate con Bernate, Como, Grandate, Luisago, Villa Guardia)
 
PDF (parte 1) Casnate con Bernate, Como, Grandate, Luisago, Villa Guardia

 

TANGENZIALE DI VARESE (A60)-asse principale
(Castiglione Olona, Gazzada Schianno, Lozza, Morazzone, Vedano Olona)
 
PDF (parte 1)
Gazzada Schianno, Lozza, Morazzone
PDF (parte 2)
Castiglione Olona, Lozza, Vedano Olona
 
TRATTA B1-asse principale e opera connessa TRCO11
(Bregnano, Ceriano Laghetto, Cermenate, Lazzate, Lentate sul Seveso, Lomazzo, Misinto, Rovellasca, Saronno)
 

PDF (parte 1-asse principale)

Bregnano, Lomazzo, Rovellasca
PDF (parte 2-asse principale) Cermenate, Lazzate, Lentate sul Seveso
PDF (parte 3-opera connessa TRCO11) Bregnano, Cermenate
 
TRATTE: B1, B2, C, D (e Opere Connesse)
 
Fasce di salvaguardia stradali:
Le fasce di salvaguardia hanno la finalità di preservare (cioè "salvaguardare") il territorio interessato dalla nuova opera stradale durante tutte le fasi di progettazione e di realizzazione, ovvero fino a quando non vengano realizzate costruzioni o trasformazioni urbanistiche all'interno del corridoio in cui l'infrastruttura stradale andrà esattamente a definirsi e realizzarsi, a partire dall'approvazione del Progetto Preliminare e fino al completamento dell'opera e della sua entrata in esercizio.
 
Le fasce di salvaguardia non appongono il vincolo di inedificabilità, ma solo quello preordinato all'esproprio ai sensi dell'Art. 10 del D.P.R. n. 327/2001 e s.m.i. 
 
Ai sensi dell'Art. 165, comma 7, del D. Lgs. n. 163/2006 e s.m.i., “(…) gli enti locali (…) non possono rilasciare, in assenza dell'attestazione di compatibilità tecnica, da parte del soggetto aggiudicatore, permessi di costruire né altri titoli abilitativi nell'ambito del corridoio individuato con l'approvazione del progetto ai fini urbanistici e delle aree comunque impegnate dal progetto stesso (…)". 
 
Il Comune è tenuto a verificare che eventuali richieste di titoli abilitativi siano corredate di "Attestazione di Compatibilità Tecnica" dell'intervento proposto con il progetto della nuova infrastruttura autostradale, approvato dal CIPE e rilasciata dal soggetto aggiudicatore. 
 
L'Attestazione di Compatibilità Tecnica è sempre necessaria e può essere richiesta dal soggetto che intende presentare la domanda di permesso di costruire, ai sensi dell'Art. 38, comma 5, della Legge Regionale della Lombardia n. 12 dell'11/03/2005 e s.m.i., ovvero direttamente dal Comune dove è localizzato l’intervento.
 
SCARICA LA PLANIMETRIA (scala 1:10.000):
TRATTA B1-opera connessa TRCO06
(Carimate, Cermenate, Lentate sul Seveso)
 
PDF (parte 4-opera connessa TRCO06)
Carimate, Cermenate, Lentate sul Seveso
 
TRATTA B2-asse principale
(Barlassina, Cesano Maderno, Lentate sul Seveso, Meda, Seveso)
 
PDF (parte 1-asse principale) Lentate sul Seveso
PDF (parte 2-asse principale) Barlassina, Meda, Seveso
PDF (parte 3-asse principale) Cesano Maderno, Meda, Seveso
 
TRATTA C-asse principale e opere connesse TRMI10 e TRMI17
(Albiate, Arcore, Biassono, Bovisio Masciago, Cesano Maderno, Concorezzo, Desio, Lesmo, Lissone, Macherio, Muggiò, Seregno, Sovico, Usmate Velate, Vimercate)
 
PDF (parte 1-asse principale) Bovisio Masciago, Cesano Maderno, Desio
PDF (parte 2-asse principale) Biassono, Desio, Lissone, Macherio, Muggiò, Seregno, Vedano al Lambro
PDF (parte 3-opera connessa TRMI10) Albiate, Biassono, Macherio, Sovico
PDF (parte 4-asse principale) Biassono, Lesmo, Macherio
PDF (parte 5-asse principale) Arcore, Lesmo, Vimercate
PDF (parte 6-asse principale) Arcore, Usmate Velate, Vimercate
PDF (parte 7-opera connessa TRMI17) Arcore, Concorezzo, Usmate Velate, Vimercate
 
TRATTA D-asse principale e opere connesse TRMI12, TRMI13, TRMI14, TRBG01, TRBG03 e TRBG09
(Aicurzio, Bottanuco, Bellusco, Bernareggio, Boltiere, Bonate Sopra, Bonate Sotto, Busnago, Brembate, Capriate san Gervasio, Carnate, Chignolo d’Isola, Cornate d’Adda, Filago, Madone, Mezzago, Osio Sotto, Sulbiate, Terno d’Isola, Trezzo d’Adda, Verdellino, Vimercate)
 
PDF (parte 1-asse principale) Bellusco, Bernareggio, Carnate, Sulbiate, Usmate Velate, Vimercate
PDF (parte 2-opera connessa TRMI12) Aicurzio, Bellusco, Bernareggio, Sulbiate, Vimercate
PDF (parte 3-opera connessa TRMI13) Aicurzio, Sulbiate
PDF (parte 4-asse principale) Bellusco, Cornate d’Adda, Mezzago, Sulbiate
PDF (parte 5-opera connessa TRMI14) Cornate d’Adda, Mezzago
PDF (parte 6-opera connessa TRBG01) Bottanuco, Capriate san Gervasio
PDF (parte 7-opera connessa TRBG03) Bonate Sotto, Chignolo d’Isola, Filago, Madone
PDF (parte 8-opera connessa TRBG03) Bonate Sopra, Bonate Sotto, Chignolo d’Isola, Terno d’Isola
PDF (parte 9-asse principale) Boltiere, Brembate, Osio Sotto
PDF (parte 10-asse principale) Boltiere, Brembate, Osio Sotto, Verdellino

Documentazione necessaria da allegare a corredo della domanda di rilascio di Autorizzazione-Attestazione di Compatibilità Tecnica (ACT),  relativa all'intervento da effettuare, debitamente firmata dalla richiedente e dal tecnico abilitato: 
 
Per le tratte A (A36), Tangenziale di Como (A59), Tangenziale di Varese (A60), B1 (asse principale e opera connessa)-AUTORIZZAZIONE:
  • Relazione particolareggiata riportante le motivazioni per cui è richiesta l’istanza;
  • Elaborati grafici (corografia, planimetrie, prospetti, sezioni, eventuali particolari costruttivi) corrispondenti con quelli presentati/da presentare in Comune per la domanda di Permesso di Costruire, comprensivi anche delle distanze delle opere da realizzare nei confronti dell’infrastruttura autostradale;
  • Richieste di Permessi di Costruire e/o Autorizzazioni, comprensive delle relative durate, nei confronti di Enti terzi;
  • Comunicazioni di inizio/fine lavori;
  • Dichiarazione sottoscritta dal richiedente:
    • in merito alla conformità delle opere da realizzare rispetto alla normativa vigente;
    • in cui si afferma che le opere per le quali è richiesta l’autorizzazione non compromettono il tracciato autostradale e le relative attività manutentive;
    • relativa al riconoscimento di tutte le spese sostenute per eventuali sopralluoghi e  istruttorie di APL e/o di CAL, debitamente documentate;
    • con la quale si impegna a rimuovere a propria cura e spese, in qualsiasi momento e comunque entro la data comunicata da parte di APL e/o di CAL o suo avente causa, tutte le opere già realizzate all’interno delle fasce di rispetto autostradali ed al ripristino dello stato dei luoghi ex-ante, rinunciando alla pretesa di rimborso di spese e di indennizzi a qualsiasi titolo e/o natura.
Si specifica che, in funzione dell’entità e dell’importanza delle opere che il Richiedente intende realizzare e per le quali viene richiesto il rilascio di Autorizzazione, APL, come cauzione per eventuali danni di qualsiasi natura che la realizzazione degli interventi previsti potrà comportare alle opere di proprietà di APL stessa, si riserva la possibilità di domandare al Richiedente la sottoscrizione di apposita fidejussione bancaria o assicurativa.

 

Per le tratte   B1, B2, C, D (e Opere Connesse)-ACT:

  • Elaborati grafici (corografia, planimetrie, prospetti, sezioni) uguali a quelli presentati/da presentare in Comune per la domanda di Permesso di Costruire; 
  • Relazioni illustrative e tecniche; 
  • Estratto planimetrico della tavola riportante l’esatta ubicazione/perimetrazione dell’intervento in oggetto rispetto all’infrastruttura autostradale medesima;

Procedura per la richiesta di rilascio dell'Autorizzazione-Attestazione di Compatibilità Tecnica (ACT):
Il soggetto richiedente, compilando il modulo sotto riportato, deve trasmettere apposita domanda, comprensiva di tutta la documentazione sopra richiesta: 
 
  • Alla società concedente "Concessioni Autostradali Lombarde S.p.A.” (CAL S.p.A.) via Pola, 12/14 - 20124 Milano, corredata da n. 2 copie degli elaborati del progetto dell'intervento da effettuare, tramite Raccomandata R/R oppure tramite PEC all'indirizzo calspa@lamiapec.it ; 
  • Alla società concessionaria "Autostrada Pedemontana Lombarda S.p.A.” (APL S.p.A.) via del Bosco Rinnovato, 4/A - Palazzo U9 - 20090 Assago (Mi), corredata da n. 1 copia degli elaborati del progetto dell'intervento da effettuare, tramite Raccomandata R/R oppure (preferibilmente) tramite PEC all'indirizzo pedemontana@pec.it.
 
Modulo per la richiesta di rilascio dell’Autorizzazione-Attestazione di Compatibilità Tecnica:
 
 
 

Il rilascio del parere relativo alle Autorizzazioni-ACT avverrà da parte di CAL in qualità di Concedente dell'opera; 
Solo in caso di diniego relativamente alle Autorizzazioni, APL in qualità di Concessionario dell'opera, provvederà a comunicare tale esito al richiedente.